115 & 66 / SPECIALE 115° ANNIVERSARIO HARLEY-DAVIDSON® & ROUTE 66

(WISCONSIN – ILLINOIS – MISSOURI – KANSAS – OKLAHOMA – TEXAS – NEW MEXICO – ARIZONA – CALIFORNIA)

DATA TOUR: 30 Agosto – 16 Settembre
DURATA: 18 giorni /15 giorni di noleggio moto – 2.610 Miglia (4.205 km) di percorso
Prezzo: 7.500 / 3.500 Euro (Rider / Passeggero)

115 & 66 è un tour speciale che prende origine dalla grande festa di Milwaukee per le Celebrazioni legate al 115° Anniversario di Harley-Davidson® e scende poi verso Sud, toccando prima Chicago – con i suoi locali e la sua atmosfera elegante e straordinaria – e percorrendo poi 2.400 miglia entrate nella leggenda, quelle della Route 66, la mitica highway che taglia in diagonale l’America finendo a Los Angeles. In poco più di 80 anni di vita della Mother Road, la prima strada a collegare l’Est e l’Ovest degli Stati Uniti, ha ispirato centinaia di scrittori e musicisti, ed è stata immortalata da innumerevoli film. E il nostro tour la percorre tutta, dall’inizio alla fine. Il tour si concede una divagazione al Grand Canyon, altrimenti resta fedele allo sviluppo della Mother Road. Una cavalcata per motociclisti veri – il cui premio più ambito è quello di riuscire a portare a termine l’impresa – che comporta lunghe cavalcate in sella alle moto, esattamente come fecero i pionieri del viaggio che negli anni ’40 e ’50 sfidarono le incognite di un percorso tanto lungo. Da Harley-Davidson® alla Mother Road, da una leggenda all’altra, 115 & 66 è un tour che rende omaggio al mito americano on the road.

PROGRAMMA DEL TOUR

Giorno Programma Percorrenza Notte
30 Agosto Volo da Italia a Milwaukee ––– Milwaukee
31 Agosto Milwaukee  – Noleggio Moto / The 115th Anniversary Celebration 30 Mi – 50 Km Milwaukee
1 Settembre Milwaukee  – The 115th Anniversary Celebration 30 Mi – 50 Km Milwaukee
2 Settembre Milwaukee/ Chicago 100 Mi – 160 Km Chicago
3 Settembre Chicago – visita della città 10 Mi – 15 Km Chicago
4 Settembre Chicago  / Springfield 220 Mi – 355 Km Springfield
5 Settembre Springfield / Springfield 310 Mi – 500 Km Springfield
6 Settembre Springfield / Oklahoma City 280 Mi – 450 Km Oklahoma City
7 Settembre Oklahoma City / Amarillo 260 Mi – 420 Km Amarillo
8 Settembre Amarillo / Santa Fe 290 Mi – 465 Km Santa Fe
9 Settembre Santa Fe / Albuquerque 80 Mi – 130 Km Albuquerque
10 Settembre Albuquerque / Holbrook 240 Mi – 385 Km Holbrook
11 Settembre Holbrook / Grand Canyon 180 Mi – 290 Km Grand Canyon
12 Settembre Grand Canyon / Williams / Kingman 210 Mi – 340 Km Kingman
13 Settembre Kingman  / Oatman / Barstow 255 Mi – 410 Km Barstow
14 Settembre Barstow / Los Angeles – restituzione moto 115 Mi – 185 Km Los Angeles
15 Settembre Volo di ritorno da Los Angeles ––– –––
16 Settembre Arrivo in Italia ––– –––
Le giornate in grassetto sono con moto a noleggio

IL TOUR DAY BY DAY

  • Giorno 1 • Arrivo a Milwaukee

    I partecipanti arrivano a Milwaukee. Sistemazione in hotel, cena e poi è già tempo di unirsi alle Celebrazioni.
  • Giorno 2 • Le Grande Festa di Milwaukee

    La giornata e la serata sono interamente dedicate alle attività previste nell’ambito delle Celebrazioni dei 115 Anni di H-D®. Fra queste anche la visita al Museo della Casa di Milwaukee.
  • Giorno 3 • Tutti in parata

    Seconda giornata dedicata alle Celebrazioni di Milwaukee, che prevede la grande parata nella quale centinaia di migliaia di Harley® sfileranno nel centro della città.
  • Giorno 4 • Benvenuti nella Windy City

    Terminate le celebrazioni e lasciata Milwaukee si raggiunge Chicago. Il tempo di sistemarsi in hotel sulle sponde del lago Michigan e poi, la sera, per gli appassionati di Blues la città offre quello che serve... onRoute66-Ovest-giorno1
  • Giorno 5 • The Magnificent Mile

    La giornata è dedicata alla visita della Windy City. Si inizia con la vista su ben quattro diversi Stati che si gode dalla Sears Tower; quindi, camminata su Michigan Avenue e il Magnificent Mile fino al Navy Pier. Ma Chicago è soprattutto uno dei luoghi più significativi nella storia della musica Americana. Quindi, per la sera, una band live e ottimo cibo è il miglior modo per celebrare l’arrivo nella patria della Black Music.
  • Giorno 6 • All'attacco della Route 66

    Dopo i festeggiamenti, è tempo di mettersi in viaggio. Foto d’obbligo sotto il cartello di inizio della Route 66 e quindi via sulla Mother Road. La prima parte di strada è urbana e taglia la periferia di Chicago; ma ben presto lo scenario cambia e si attraversano cittadine ricche di storia che riportano indietro nel tempo, ai giorni gloriosi della 66: Joliet, Odell, Pontiac tanto per citarne alcuni. L’arrivo è a Springfield, Illinois, la città di Abraham Lincoln.
  • Giorno 7 • Da Springfield a Springfield

    Due cittadine con lo stesso nome, due stati diversi, in mezzo un percorso di suggestioni diverse, con landmark storici di grande interesse e su tutti l’attraversamento di Saint Louis, con il Chain of Rocks Bridge. E all’arrivo un landmark della Route 66, un paradiso del riposo... Le suggestioni della 66 non potrebbero essere più vive...
  • Giorno 8 • Tra Missouri e Oklahoma

    Missouri, Kansas, Oklahoma,Texas: è soprattutto in questi quattro stati che la Route 66 è stabilmente la open road che taglia distese senza fine e paesini senza tempo, caratteristica che corrisponde all’immagine che tutti i biker hanno della Mother Road, e che ne ha assicurato il mito.  Fra cittadine che raccontano la storia, città della frontiera famose per le rapine subite e Balene Azzure, la giornata volge al termine.
  • Giorno 9 • In Texas è tutto più grande

    Continua il viaggio sull’asfalto e nel tempo della 66. Ci si ferma a visitare un museo dedicato alla strada ed è tempo di attraversare il confine con il Texas, dove tutto è più grande... Come la bistecca più grande del mondo, che se riesci a mangiare tutta non paghi... E’ ad Amarillo, nel cuore del Texas e luogo simbolo della 66, che ci si ferma per una serata e una notte di divertimento e di riposo.
  • Giorno 10 • Da Amarillo a Santa Fe

    Ripartiti da Amarillo, il Texas ci riserva un’altra sororesa: dove si potrebbe trovare se non qui un Cadillac Ranch? Inevitabili le foto a uno del landmark più famosi della 66 e poi via, per cambiare nuovamente Stato. Ma prima di passare il confine, si arriva a metà strada: ce lo indica un apposito segnale e la foto ricordo è d’obbligo. Il New Mexico ci accoglie e la bella ed elegante Santa Fe segna la fine della tappa.
  • Giorno 11 • Sulle tracce dei Wild Hogs

    Lasciata Santa Fe, la Turquoise Trail ci porta verso Sud, passando da un luogo reso celebre da una delle pellicole più viste dai bikers di tutto il mondo: vi dice qualcosa il titolo Svalvolati On The Road, The Wild Hogs? Tocca poi ad Albuquerque,  con il suo affascinante mix di tradizione e modernità. I negozi del distretto di Old Town così come la Route 66 che attraversa il cuore della città regalano suggestioni diverse.
  • Giorno 12 • MAI DORMITO IN UN TEEPEE ?

    Dopo la notte trascorsa ad Albuquerque, la Route 66 prosegue verso il confine con l’Arizona. Ma prima di attraversarlo, ci si ferma per visitare Gallup. Quindi. È tempo di entrare in Arizona. I tanti colori delle rocce della Petrified Forest e del Painted Desert danno il meglio di sé alla luce del tramonto, a chiusura di una giornata ricca di emozioni.

  • Giorno 13 • Dalla 66 al Grand Canyon

    Lasciata Holbrook, è tutto un  susseguirsi di luoghi caratteristici della vita on the road scandisce lo scorrere della strada, fra Interstate e digressioni sulla vecchia Route 66.  Il tutto fino a Williams, graziosa cittadina simbolo della Route 66. Ma non si può arrivare a poco più di 50 miglia da Grand Canyon senza andarlo a vedere. Così è, infatti... Ecco la prima, straordinaria deviazione dalla 66 che proponiamo, per andare a contemplare una delle bellezze più straordinarie del pianeta. Lo spettacolo del tramonto non ha parole sufficienti per essere descritto. E così. Una meritata bistecca  in stile country consente di fissare emozioni forti e indimenticabili. 
  • Giorno 14 • Di nuovo sulla 66

    Reso l’ultimo omaggio al Grand Canyon, si riprende verso Sud, per tornare sulla Route 66. Dopo Williams si percorre la parte più bella e meglio conservata della Route 66 di Arizona. Molti i punti di interesse e di sosta, da Seligman a Hackberry, fino a Kingman, città simbolo della Route 66 dell’Arizona. Dove ci aspetta un confortevole hotel, relax e un’ottima cena in compagnia dei treni della Santa Fe.
  • Giorno 15 • La strada nel Deserto

    Da Kingman, rimanendo sulla 66 verso Ovest, si percorre la sezione più sorprendente della strada e ci si imbatte in uno dei luoghi più originali e insospettabili della Mother Road: Oatman, che affascina per il suo sapore old west. Da lì parte la sezione più calda del tour, tutta immersa nel torrido deserto del Mohave, alla scoperta di luoghi mitici come Roy’s Cafè. Al termine della tappa c’è Barstow, città simbolo della 66. onRoute66-Ovest-giorno11
  • Giorno 16 • Ultima sosta, Los Angeles

    Da Barstow si lascia il caldo del deserto del Mohave per immergersi  nel groviglio di Interstate e highways che caratterizza la smisurata metro-area di Los Angeles, tappa finale del viaggio, estremità occidentale della Route 66. Foto ricordo di rito al Pier di Santa Monica, concusione ideale del viaggio, prima di riconsegnare le moto e andare in hotel. La cavalcata sulla Route 66 è conclusa. onRoute66-Ovest-giorno13
  • Giorno 17 / 18 •  volo di ritorno per l'italia e arrivo a destinazione

Tutte le immagini utilizzate nel sito sono state realizzate nel corso dei viaggi Bikers American Dream

Immagini e Musiche sono proprietà esclusiva di Coast2Coast Communication – Tutti i diritti riservati / Music by Steve Anderlini / Lead Guitar by Bob Lonardi