BEST OF THE WEST / ARIZONA, LAS VEGAS, DEATH VALLEY E GLI INDIANI

(NEVADA – CALIFORNIA – UTAH – ARIZONA)

DATA TOUR: 15 – 28 Agosto
Durata: 14 giorni / 11 giorni di noleggio moto – 1.790 Miglia (2.880 Km) di percorrenza
Prezzo: 6.200 Euro (Rider) – 3.100 Euro (Passeggero)

Best of the West – Arizona, Las Vegas, Death Valley e gli Indiani è una fantastica cavalcata attraverso tutte le meraviglie dell’Ovest Americano. Paesaggi di bellezza straordinaria e suggestioni diverse si fondono per regalare emozioni senza fine. Partendo da Las Vegas, il tour percorre alcune delle strade più belle fra Arizona, Nevada, Utah e California. Luoghi come Monument Valley, Zion Park, Death valley, Grand Canyon, Canyon de Chelly, Marble Canyon o Sedona con le sue celebri rocce rosse, si susseguono e si alternano a strade infinite dall’orizzonte che non arriva mai. Come sulla Route 66 dell’Arizona, dove il tempo si è fermato… E quando non si è in moto, si effettuano escursioni come la navigazione sul Colorado fra le pareti del Glen Canyon; un’esperienza unica… Best of the West – Arizona, Las Vegas, Death Valley e gli Indiani è il viaggio ideale per chi vuole conoscere la natura del West e le sue storie; storie che spesso si sono tramutate in leggende dei nostri tempi.

PROGRAMMA DEL TOUR

Giorno Programma Percorrenza Notte
15 Agosto Volo Italia / Las Vegas Las Vegas
16 Agosto Las Vegas – Noleggio moto e visita città Las Vegas
17 Agosto Las Vegas – Death Valley 300 Mi – 480 Km Las Vegas
18 Agosto Las Vegas / Zion / Kanab 200 Mi – 320 Km Kanab
19 Agosto Kanab / Page 130 Mi – 210 Km Page
20 Agosto Page – Navigazione sul Colorado / Monument Valley 140 Mi – 225 Km Monument Valley
21 Agosto Monument Valley – Visita ed escursioni 60 Mi – 100 Km Monument Valley
22 Agosto Monument Valley / Canyon de Chelly / Holbrook 240 Mi – 385 Km Holbrook
23 Agosto Holbrook / Route 66 / Grand Canyon 190 Mi – 305 Km Tusayan
24 Agosto Tusayan / Williams / Sedona / Prescott 180 Mi – 290 Km Prescott
25 Agosto Prescott / Route 66 / Kingman 170 Mi – 275 Km Kingman
26 Agosto Kingman / Oatman / Las Vegas – Restituzione moto 180 Mi – 290 Km Las Vegas
27 Agosto Volo Las Vegas / Italia
28 Agosto Arrivo in Italia
Le giornate in grassetto sono con moto a noleggio

IL TOUR DAY BY DAY

  • Giorno 1 • Benvenuti nella torrida Phoenix!

    L'arrivo del volo intercontinentale dall'Europa a Phoenix è previsto nel tardo pomeriggio. Benvenuto e incontro informativo con la guida del tour prima della cena e di un tuffo in piscina.
  • Giorno 2 • Partenza per Prescott

    Il mattino seguente, noleggiate le moto presso il concessionario Harley-Davidson® di Scottsdale, si lascia la piana infuocata di Phoenix per salire in quota. Ma per un po' di miglia il caldo ci accompagna e solo quando la strada diventa tortuosa e si inerpica la temperatura inizia a farsi più gradevole. La meta della tappa è Prescott, l'ex capitale dello stato dell'Arizona, con la sua accogliente atmosfera Old West. Arrivo nel pomeriggio, shopping e serata su Whiskey Row.
  • Giorno 3 • "Get your kicks on Route 66"

    Lasciata Prescott, si continua verso Nord fino a incrociare la I40 e con essa la vecchia e gloriosa Route 66. È il primo incontro con una delle leggende create dall'uomo. Da Ash Fork a Seligman fino a Kingman, la giornata si svolge sulla "Madre di tutte le strade". Si viaggia verso Ovest e si incontrano personaggi mitici come Angel il barbiere. Lungo la strada, la ferrovia Santa Fe domina la scena, grazie ai suoi infiniti e giganteschi treni merci.
  • Giorno 4 • Su fino a Oatman e poi giù nel deserto fino a Las Vegas!

    Lasciata Kingman e i suoi treni, la strada si snoda tra curve e tornanti, fino alla città mineraria fantasma di Oatman, dove gli asini selvatici sono una vera e propria attrazione. Appena il tempo di vedere l'Oatman Hotel, dove Clark Gable e Carol Lombard trascorsero la loro prima notte di nozze e poi giù sotto il sole cocente del Deserto del Mojave, per arrivare a Las Vegas. Il pomeriggio libero aiuta a riprendersi dal gran caldo, prima di tuffarsi nella vita notturna di Sin City.

  • Giorno 5 • Las Vegas e Death Valley

    L'aria di Las Vegas è caldissima, ma non tanto quanto quella di Death Valley. Eccoci dunque alle prime luci dell'alba in marcia verso uno dei luoghi più celebri e giustamente temuti dell'ovest americano. Entriamo nella Valle della Morte a metà mattina e attraversando il bacino di Badwater ci mettiamo poco a capire che la fama è meritata. Una sosta ristoratrice nell'oasi di Furnace Creek è d'obbligo prima di raggiungere Zabriskie Point e tornare verso Las Vegas nel tardo pomeriggio. Alzi la mano chi non finirà la giornata in piscina...
  • Giorno 6 • Da Las Vegas a Zion

    Lasciato il luccichìo di Las Vegas, la strada attraversa deserti infuocati e gole vertiginose e ci conduce nello Utah, dove ci attende lo spettacolare paesaggio di Zion, uno dei parchi più scenografici del Colorado Plateau. La scenic road che lo attraversa regala scorci emozionanti a ogni curva e ci conduce, alla fine della tappa, alla cittadina di Kanab, dove sono stati girati innumerevoli film western. E i rimandi non mancano...
  • Giorno 7 • Da Kanab al Lago Powell

    Da Kanab si punta verso sud e il paesaggio non smette di regalare emozioni. Così, dopo la foresta a sud di Fredonia, tocca a Marble Canyon offrire uno spettacolo maestoso, con i suoi imponenti costoni di rocce rosse a dominare la scena. La vastità del territorio indiano appare sempre più evidente e prima di raggiungere Page, meta della nostra tappa, il suggestivo Navajo Bridge è una sosta imperdibile, così come Horseshoe Bend. Che dà davvero le vertigini... 
  • Giorno 8 • Il fiume Colorado e la Monument Valley

    Sveglia alle prime luci dell'alba per una delle esperienze più emozionanti del tour: il rafting sul fiume Colorado, 15 miglia dalla diga del Glen Canyon dentro maestose rupi  rosse. Come scrisse John Wesley Powell in merito alla sua esplorazione sul Colorado: "we shrank with the river into insignificance...". Lasciata Page, in un susseguirsi di emozioni, tocca quindi alla Monument Valley, dove arriviamo alla fine del pomeriggio, giusto in tempo per godere di un tramonto indimenticabile. 
  • Giorno 9 • Una giornata nella valle sacra dei Navajo

    La giornata è interamente dedicata alla Monument Valley. Ed è una giornata che comincia presto, dato che non si può visitare la valle senza vedere l'alba. Una sveglia alle 5 consente di vedere uno degli spettacoli più straordinari ed emozionanti della natura: un miracolo che si ripete giorno dopo giorno. Poi, una serie di escursioni ci permettono di scoprire la Monument Valley. Il tutto prima di lasciare questo luogo magico per dirigersi verso Nord, dove a breve distanza ci aspetta la bistecca più buona dell'Ovest.
  • Giorno 10 • Dalle terre Navajo al tramonto sulla Route 66

    Lasciata la Monument Valley, la strada ci porta per qualche miglio verso Nord attraverso un paesaggio costellato di innumerevoli bellezze naturali. La cavalcata sulle terre dei Navajo ci porta quindi a raggiungere Canyon De Chelly , luogo di rara bellezza e dalla storia terribile. Il tempo di una visita e poi ancora a Sud fino a Holbrook, dove ritroviamo la Route 66 e un altro tramonto indiano che conclude la giornata... 
  • GIORNO 11 • Dalla Route 66 al Grand Canyon

    Lasciata Holbrook, un susseguirsi di luoghi caratteristici della vita on the road scandisce lo scorrere della strada, fra Interstate e digressioni sulla vecchia Route 66. Ma non si può arrivare a poco più di 50 miglia da Grand Canyon senza andarlo a vedere. Così è, infatti... Ecco dunque la deviazione verso Nord verso una delle bellezze più straordinarie del pianeta. Lo spettacolo del tramonto non ha parole sufficienti per essere descritto. 
  • Giorno 12 • Le rocce rosse di Sedona

    Dopo lo straordinario panorama offerto dal Grand Canyon, la strada ci conduce verso sud, fino a incrociare nuovamente la Route 66 in corrispondenza di Williams, dove la Mother Road ha vissuto più a lungo. Una beve visita nella accogliente atmosfera della cittadina e poi si scende ancora verso sud, attraverso la spettacolare strada di Oak Creek Canyon fino ad arrivare a Sedona, circondata da spettacolari e suggestive rocce rosse. Dopo la meritata sosta, l'ultima tappa ci riporta nel caldo di Scottsdale, dove non resta che consegnare le moto alla fine della nostra cavalcata.
  • Giorno 13 / 14 volo di ritorno per l'italia e arrivo a destinazione.

Tutte le immagini utilizzate nel sito sono state realizzate nel corso dei viaggi Bikers American Dream

Immagini e musiche sono proprietà esclusiva di Coast2Coast Communication – Tutti i diritti riservati. Music by Steve Anderlini / Lead Guitar by Bob Lonardi